poe-il-sig-rossi

Il signor Rossi va in pensione

Alla notizia della tua pensione,
caro Rossi, rimasti siam di sasso;
per tutti quanti sei un’istituzione,
e ci è sembrato un vero colpo basso.

Tutti i colleghi che hai avuto accanto
son debitori di un insegnamento:
dei tuoi “valori aggiunti” avran rimpianto
della tua competenza e del talento;

rapporti umani a dir poco eccellenti,
grande empatia, dote da tutti vista,
e non guasta, anzi attira complimenti
il tuo look ricercato, un po’ da artista.

Per quarant’anni hai sempre lavorato
offrendo il tuo importante contributo;
ora che il tuo supporto ci è negato,
a chi potremo chiedere un aiuto?

Verrà meno la tua supervisione,
mancheranno il consiglio e l’esperienza;
si dirà: “Se non fosse già in pensione”!
Ma la vita è così, ci vuol pazienza!

Bando ai rimpianti! Adesso, finalmente,
puoi dedicarti con soddisfazione,
padrone del tuo tempo, e indipendente,
alla famiglia ed alla professione.

AUGURI, CARO! Sei nel nostro cuore!
E, nei futuri lunghi anni felici,
ricordando il passato con amore,
lascia una porta aperta per gli amici.

Tema:
Pensione

Versi:
rima alternata
(ABAB, CDCD)

Dati forniti dal committente:

Tra breve andrà in pensione il collega Rossi, una persona speciale e molto saggia che riesce a intrattenere buoni rapporti con tutti e a donare a ciascuno un buon consiglio.
Veste in modo elegante e originale… se serve altro, chiedete pure.

392 80 70 250

feriali 8 - 20

392 80 70 250

feriali 8 - 20

info@lessicoitaliano.it
Google Translate »